Il Bushidō? A Milano è un Sex shop (ahimè)

Qualche sera fa intorno a mezzanotte mi aggiravo per Milano con la mia ragazza alla ricerca di un bar aperto, avevamo disperatamente bisogno di un caffè ma soprattutto di fare due passi dopo un kebab oggettivamente troppo pesante.

A un certo punto mi salta all’occhio un’insegna luminosa recante una scritta a caratteri cubitali: BUSHIDO. Io penso: “Wow, magari un negozio di antiquariato giapponese, o qualcosa del genere!”.

Parentesi: per chi non lo sapesse, e volendo deliberatamente ipersemplificare, il bushidō è il codice d’onore cavalleresco della classe samuraica. Codice di coraggio, lealtà, giustizia. Codice in gran parte non scritto, tramandato oralmente per secoli, fortemente interrelato con elementi di shintoismo, buddismo e confucianesimo. Ad ogni modo per non appesantire l’articolo, se non è un concetto a voi familiare per il momento prendetelo per buono così: per bushidō si intende l’antico codice d’onore dei samurai, in altre parole, la Via 道 del Guerriero bushi 武士.

Ora, lascio parlare la foto che ho scattato perché non saprei esprimermi meglio di così.

bushido sex shop

BUSHIDO? Un sex shop? Cosa vende, giocattoli erotici a forma di katana? Costumi da samurai per giochi di ruolo piccanti? Dai.

Nel vedere una cosa del genere in prima battuta siamo scoppiati a ridere. Poi però siccome io ho dei problemi e rimugino sulle cose anche a distanza di giorni, ho iniziato a pensare come le persone a questo mondo siano così disperatamente alla ricerca di attenzione, di come abusino di concetti a loro lontanissimi pur di dare un tocco di esotismo al proprio negozio, alla propria attività. Lungi da me fare il “so tutto io”, ho ancora moltissime cose da imparare. Inoltre sono il primo a cui piacciono le contaminazioni culturali, i meticciati, i prestiti; ma l’abuso concettuale e soprattutto la ricerca dell’esotico a tutti i costi perché “ehi, fa figo” mi danno davvero sui nervi.

Scusate, doveva essere un post scherzoso ma, come ho scritto prima, rifletto e rimugino su ogni dettaglio e questi sono i risultati! Ad ogni modo, buon primo luglio anche se un po’ in ritardo e buon inizio del mese a tutti. Spero di riuscire ad essere un po’ più prolifico sul blog, magari con post culturalmente ed intellettualmente più ricchi ed interessanti, nonostante gli esami e il nuovo lavoro. E soprattutto il caldo di Milano.

Voi continuate a seguirmi e intanto fatemi sapere nei commenti cosa ne pensate!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...